Home > Articoli e rubriche > Atletica e dintorni > E lo chiamano rat! di Margaret "Pink very Rat" Longo Articoli e rubriche

E lo chiamano rat! di Margaret "Pink very Rat" Longo


Venerdì si è disputata a Bariano la seconda tappa del Trofeo del Fosso Bergamasco. Stavolta le Pink Rats si sono presentate ben in 4, tutte rigorosamente in maglietta rosa: Nicoletta, Sabrina, Cristina ed io (Margaret).

     C’erano anche altre due ragazze dei Runners Bergamo: Cristina Grazioli e Daniela Majer; loro però, contrariamente a noi, sono atlete con dei best personal invidiabili da top runners, ragion per cui classificarle come Pink Rat sarebbe un’offesa per loro, anche se a noi la loro presenza fa sempre molto piacere.   Quando dieci giorni fa abbiamo letto il regolamento del Trofeo, ci siamo domandate la motivazione per cui bisognava presentarsi sul luogo almeno un’ora e mezza prima dell’inizio della gara. Stasera l’abbiamo capito: Il tempo serve per riuscire a salutare e far due parole con tutti i nostri atleti amici/avversari prima della partenza ; e a volte non basta nemmeno quello! A Bariano infatti, pochi minuti prima del via, si è magistralmente presentato in maglietta rosa il nostro webmaster, nonché il RAT numero uno dei RAT: Fausto Dellapiana Alias Sir Marathon. Noi Pink gli abbiamo subito fatto una gran festa, tant’evvero che abbiamo creato un po’ lo scompiglio generale e tutti gli atleti che già erano concentrati sulla linea di partenza (manco fossero le olimpiadi) sono stati attirati dalla nostra caciara e curiosi e distratti guardavano tutti nella nostra direzione.  Carlos, di Podisti.net ci ha addirittura snocciolato lì su due piedi un bel servizio fotografico. Click…Click… click… BANG! Partiti…. Click… cliCk… “Alt! Basta foto Carlos! Qui hanno dato il via! Si corre!” INIZIO RADIOCRONACA Ed ecco che i concorrenti sono partiti. Chiudono la coda, come al solito, le Pink Rats che spendono i primi 8 secondi a lamentarsi con gli avversari perché partiti come sempre troppo spediti (i secondi sono solo 8 perché quello è il tempo massimo oltre il quale l’avversario si è già dissolto in lontananza e quindi non più visibile agli occhi delle Pink). Cristina parte veloce e ci stacca di un centinaio di metri. Fausto, in qualità di capo RAT, rimane con noi e ci incita ad accelerare. Il percorso è totalmente campestre; i km passano inesorabili; sono solo 7 ma la lancetta della frustazione è tarata sul 4° km (nella mezza maratona è solitamente tarata sul 15° km, mentre nella maratona sul 30°) quindi il calvario è già in pieno svolgimento. Nonostante il nostro motto sia “l’importante è partecipare” e il nostro intento sia solo quello di fare numero e di vivere la gara come un semplice allenamento settimanale ma su un percorso nuovo e in buona compagnia, quando si partecipa al Fosso Bergamasco ci si trasforma inconsapevolmente in mostri ed è inevitabile non farsi coinvolgere dallo spirito agonistico. Così, nel nostro piccolo, iniziamo a buttare anima e corpo nella miserabile impresa di non arrivare proprio ultime ultime ma almeno lasciandoci alle spalle 5 o 6 avversari. Ed ecco allora che durante lo sforzo iniziano le solite frustazioni mentali “Ma chi me lo ha fatto fare? Ma non potevo andare a fare shopping all’Oriocenter invece di essere qui a mangiare i moscerini perché non riesco a respirare con la bocca chiusa? Basta basta… giuro che la prossima tappa del fosso la faccio con tranquillità come se fosse una tapasciata… ” Senza accorgermi inizio ad accelerare e a superare un po’ di concorrenti (i più sono over 70 o infortunati in fase di guarigione, ma anche loro valgono un punto in classifica come tutti gli altri quindi ben venga il superamento!). Poi arriva Fausto con la sua magliettina rosa e si mette al mio fianco. Lui accelera leggermente ed io tento di stare al suo passo. In pratica inconsapevolmente lo assumo come lepre. Dopotutto è un RAT come me, quindi l’impresa non dovrebbe essere tanto difficile (ah no!) E così, con il suo aiuto fisico ma soprattutto morale, inizio a superare ancora qualche avversario, tra cui la mia socia Pink Cristina che aveva inizialmente preso il distacco da noi. Fatica… fatica… ma tengo duro. Ma com’è che questi km sembrano interminabili? E poi Fausto perché va così veloce e non sembra affaticato? E per fortuna che è RAT! Lui si accorge che riesco a stargli dietro ma probabilmente non si accorge che sto tirando gli ultimi e non ne ho più per nessuno; così, giunti all’ultimo km, mi sfodera un sagace piano d’attacco per superare l’atleta davanti a noi. TERIBBBILE!! Per non farsi sentire da lui mi comunica a gesti che quando mi darà il via dovrò fare uno scatto felino e superarlo sul finale. “No..no..no… n‘gna faccio!”. Fortunatamente l’avversario deve aver intuito qualcosa (che culo!) e lo scatto lo fa lui seminandoci entrambi: ottimo alibi per non seguire senza risentimenti il piano di Sir Marathon. Ad ogni modo arrivo verso il traguardo con Fausto al mio fianco e lui, fingendo un improvviso malessere al polpaccio, mi lascia cavallerescamente tagliare il traguardo per prima (un altro punto in classifica guadagnato!). Ahhhhh…. Anche questa è finita! Nonostante tutto sono soddisfatta perché ho migliorato di quasi due minuti rispetto alla prima tappa.  Abbraccio e ringrazio Fausto per il supporto fornitomi ma un dubbio improvvisamente mi assale: il miglioramento sul tempo sarà dovuto al fatto che la gara precedente era tutta in salita?


   


foto di forvezeta" dei fodipe

Atletica e dintorni: Articoli sul mondo dell'atletica, dall'allenamento, alla preparazione atletica delle gare su pista e su strada a come prepararsi per una Maratona.Alle recensioni di scarpe e attrezzature tecniche, ai luoghi dove allenarsi...

Questo articolo è stato letto 3948 volte. | Valutazione: 10.00 | Voti: 5.

  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Articoli più letti

Articoli più votati

L'Università di Bergamo, in collaborazione con Sportividentro.it, stà realizzando un'analisi approfondita sulle attività di sponsorship online. Il Tuo contributo è fondamentale per questa ricerca.
Ti chiediamo quindi di rispondere a questo semplice questionario di 12 domande.


Previsioni del tempo
La situazione:
Scegli la Provincia

Login

Nome utente:
Password:

Hai perso la password?
Registrati ora!

Utenti online
32 utente(i) online (1 utente(i) in Articoli e rubriche)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 32

Altro...

Sondaggi
Cosa ne pensi di Sportividentro.it?
Ottimo portale!
Mi piace
Hmm...insomma
No, non mi piace

Statistiche Utenti
Lista Utenti:
Oggi: 0
Ieri: 0
Generale: 1103
Ultimi: donato599

Persone Online:
Ospiti : 0
Utenti : 31
Totale: 31
Lista Online [Popup]

Supporter
Vedi tutti i supporter...

Runningzen.it



  Regolamento | Disclaimer | Cookies | Collabora  | Pubblicità  | Webmaster  | Powered by Xoops | RSS per mostrare le news di sportividentro.it sul tuo sito |

:: risoluzione consigliata 1024 x 768 o sup. © Copyright - 2006 SPORTIVIDENTRO.IT - Email: info@sportividentro.it::

ciao